Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 giorni fa S. Elisabetta Regina

Date rapide

Oggi: 17 novembre

Ieri: 16 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera AmalfitanaRavello Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Ravello Notizie

Tu sei qui: SezioniPoliticaRavello, caso defibrillatori pubblici: iniziativa ex novo o semplice sostituzione di apparecchiature già esistenti?

Politica

Ravello, caso defibrillatori pubblici: iniziativa ex novo o semplice sostituzione di apparecchiature già esistenti?

Scritto da (Redazione), martedì 21 maggio 2019 09:28:45

Ultimo aggiornamento mercoledì 22 maggio 2019 15:20:40

Dopo diverse settimane di silenzio, il gruppo consiliare di Insieme per Ravello, rappresentato da Paolo Vuilleumier e Gianluca Mansi, torna a parlare.

L'occasione è stata la benedizione dei defibrillatori pubblici in piazza Vescovado, a margine della processione di San Pantaleone di maggio la scorsa domenica. «Un evento civile che ci lascia un po' perplessi» si legge da una nota apparsa stamani sulla pagina Facebok del movimento politico.

Già, perchè a dire il vero le apparecchiature, in piazza Vescovado e a bordo dell'auto dei Vigili Urbani, erano già nelle dotazioni del Comune. Ma stando a quanto si apprende, sembrerebbe che quelli installati nel 2015, e per la cui installazione è necessario l'ottenimento dell'autorizzazione della Soprintendenza, non fossero più funzionanti o idonei all'uso.
«Se questi fossero i motivi, che naturalmente approfondiremo - spiegano Vuilleumier e Mansi - correttezza ed adeguatezza amministrativa ed istituzionale avrebbero imposto che si dichiarasse che si stava provvedendo alla sostituzione dei defibrillatori e, soprattutto, che si desse continuità a quanto realizzato nel 2015 visto che già allora, con la dotazione dei defibrillatori alle scuole di Ravello e con i corsi di formazione all'utilizzo dei defibrillatori seguiti da diversi cittadini ravellesi, si dichiarò già in quell'anno "Ravello Città cardioprotetta"».

Un'iniziativa realizzata, all'epoca, grazie all'impegno dell'allora consigliere comunale dottor Franco Lanzieri, con la Fondazione Ravello che in Villa Rufolo aveva attuato la medesima iniziativa.

«Purtroppo quando l'apparire diventa più importante dell'operare nell'interesse dei cittadini, questi sono i risultati - conclude la nota - Vista l'occasione, infine, sollecitiamo i distratti amministratori attuali, particolarmente sensibili all'apparenza ed alle celebrazioni poco alla concretezza, nel voler provvedere alla consegna degli attestati di partecipazione ai corsi di formazione all'uso dei defibrillatori che ancora giacciono presso il Comune».

«Ridere o piangere? Incapacità ed inadeguatezza amministrativa o malafede?» si chiedono i due consiglieri. Non tarderà certo ad arrivare la risposta del sindaco Di Martino.

Leggi anche:

Rinascita Ravellese risponde a Insieme per Ravello: «Gruppo consiliare allo sbando»

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Politica

Lettera anonima a Nicola Amato, Insieme per Ravello: «La macchina del fango e dell’intimidazione ad uso politico»

In merito alla lettera anonima dal contenuto intimidatorio recapitata ieri al consigliere comunale di minoranza Nicola Amato, il gruppo "Insieme per Ravello" condanna con fermezza il gesto che non appartiene alla cultura ravellese, ma a alle abitudini di pochi. Di seguito la nota prodotta dal gruppo...

Politica

«Liberiamo da situazioni di costrizione alcune realtà che insistono a Ravello»: De Luca annuncia la rivoluzione Fondazione [VIDEO]

«A Ravello erano conosciuti dei piccoli feudi personali privi di qualunque motivazione democratica e professionale, che non si possono trascinare nei secoli dei secoli. Cioè nessuno può immaginare che Ravello sia il proprio feudo, il cortile di casa propria». A dichiaralo il governatore della Campania...

Politica

Ravello ricomincia col Wagner “commissariato”

di Umberto Belpedio Tra poche ore si alza il sipario su uno dei palcoscenici che il mondo ci invidia, quello di villa Rufolo a Ravello, a strapiombo sul mare, per la 67esima edizione del Festival musicale. Una delle più antiche rassegne che quest'anno si apre con un programma articolato in cinque sezioni...

Politica

Governatore De Luca stasera a Ravello: a Villa Rufolo per la prima del Festival 2019

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca terrà a battesimo la 67esima edizione del Festival di Ravello. La presenza del governatore è attesa per il concerto inaugurale di stasera. Dalle 20 De Luca assisterà, dalla tribuna del Belvedere di Villa Rufolo, con il commissario straordinario della...