Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Damaso I papa

Date rapide

Oggi: 11 dicembre

Ieri: 10 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera AmalfitanaRavello Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

La SICME Energy e Gas augura a tutti i lettori de Il Vescovado de Il Portico e di Ravello Notizie un Natale all'insegna della luce e del calore. Auguri da SICME!Acquista on line i capolavori di dolcezza e genuinità artigianale del Maestro Pasticciere Sal De RisoLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on line

Ravello Notizie

La SICME Energy e Gas augura a tutti i lettori de Il Vescovado de Il Portico e di Ravello Notizie un Natale all'insegna della luce e del calore. Auguri da SICME!Acquista on line i capolavori di dolcezza e genuinità artigianale del Maestro Pasticciere Sal De RisoLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on line

Tu sei qui: SezioniPoliticaRavello nel Cuore riparte nel segno del rinnovamento. Ulisse Di Palma lascia il gruppo

Politica

Ravello nel Cuore riparte nel segno del rinnovamento. Ulisse Di Palma lascia il gruppo

Scritto da (Redazione), martedì 24 novembre 2015 12:11:50

Ultimo aggiornamento mercoledì 25 novembre 2015 06:44:07

Si è tenuta sabato scorso, presso l'auditorium della Biblioteca di San Francesco, la prima assemblea pubblica movimento civico "Ravello del Cuore", in preparazione all'appuntamento elettorale della primavera prossima. A sorpresa, al tavolo delle conferenze, mancava il leader del gruppo, il cardiologo Salvatore Ulisse Di Palma che nelle scorse settimane ha annunciato ai vertici del movimento, dopo una serie di consultazioni, di abbandonare il sodalizio nato nel 2011. A fare chiarezza sula decisione ci ha pensato il compagno in minoranza, Luigi Mansi: «Quando le elezioni si perdono bisogna rimettersi tutti in gioco. Il movimento aveva chiesto che a scadenza del mandato tutto andava riscritto e dunque avevamo chiesto anche al capogruppo di fare un passo indietro. Lui ha ritenuto di non voler sottostare a questo principio democratico decidendo di abbandonare il gruppo. Il lavoro svolto in questi cinque anni resta patrimonio del gruppo. Ad ogni modo, semmai Ulisse decidesse di ritornare, saremo lieti di accoglierlo».

Stando ad alcune indiscrezioni Di Palma starebbe già dialogando con l'altra minoranza guidata da Salvatore Di Martino e non si esclude che già dal prossimo Consiglio comunale possa ufficializzare la sua scelta.

Nonostante ciò sabato non si è parlato di nuovo leader. Ravello nel Cuore si riserva di continuare il ragionamento con la base per poter mettere in piedi la miglior squadra possibile alla cui guida possa esserci un candidato sindaco competitivo, la migliore sintesi della compagine.

A Mansi è toccato sintetizzare il lavoro svolto nei quattro anni e mezzo di minoranza, puntando l'attenzione sulle battaglie del movimento: dal sito di trasferenza illegale sulla Ravello-Chiunzi, alle tubature in amianto, dalla tassa di depurazione fino alla spinosa vicenda Fondazione. Con Mansi, al tavolo Nicola Amato, tra i fondatori del sodalizio che ha presentato una sorta di progetto della "Ravello che vorrei", soffermandosi sull'aspetto sociale dell'azione amministrativa inteso come risorsa, immaginando il Comune quale sodalizio consortile tra impresa e cittadino. In particolare il dirigente del Comune di Ravello ha trattato, con dovizia tecnica, temi come il reddito di cittadinanza, il baratto amministrativo e le mission del Comune.

Ha evidenziato, inoltre, come la formazione in loco potrebbe risolvere il problema dell'occupazione, non solo giovanile, che deve essere al primo posto delle preoccupazioni degli amministratori comunali. Ha spronato i giovani e le persone nuove a scendere in campo "ingabbiando e rottamando" chi fino ad oggi ha condizionato il tessuto sociale di questo paese.

Amato, inevitabilmente, si è trattenuto sulla Fondazione Ravello che deve essere considerata una sorta di "Assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Ravello" al fine di liberare risorse comunali che devono essere investite nel sociale e nel territorio. Ha prospettato i diversi accorgimenti tecnici da inserire nello statuto al fine di evitare le guerre intestine che stanno logorando Ravello e che ci pongono in negativo sulla ribalta nazionale e internazionale. Ha ipotizzato una struttura societaria più snella ove il Sindaco è il presidente del Consiglio d'indirizzo, ove i membri devono avere un vincolo di mandato e di rappresentanza, vi è un amministratore delegato al posto del CdA e la governance è legata al mandato elettorale del Sindaco, una sorta di spoil system.

Si sono inoltre susseguiti gli interventi dei sostenitori Pasquale Ruocco, Ciro Carfora e Marco Conte che hanno sottolineato la necessità di rinnovamento della classe politica ravellese.

«Se non ora quando?» di tutta risposta Luigi Mansi che strappa l'applauso della platea. «Se cinque anni fa il movimento Ravello nel Cuore era nato per rompere un sistema di potere ormai trentennale, per la prossima primavera l'obiettivo che il movimento si prefigge è la vittoria elettorale che, per il gruppo appare, possibile».

L'appello di Mansi si è rivolto soprattutto ai giovani ai quali il movimento si rivolge e un'apertura totale nei confronti di quanti vogliano dare il loro apporto. «Abbiamo il dovere di metterci alla prova - ha detto in chiusura - e offrire a questo paese la possibilità di scegliere una nuova classe dirigente».

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Politica

Lettera anonima a Nicola Amato, Insieme per Ravello: «La macchina del fango e dell’intimidazione ad uso politico»

In merito alla lettera anonima dal contenuto intimidatorio recapitata ieri al consigliere comunale di minoranza Nicola Amato, il gruppo "Insieme per Ravello" condanna con fermezza il gesto che non appartiene alla cultura ravellese, ma a alle abitudini di pochi. Di seguito la nota prodotta dal gruppo...

Politica

«Liberiamo da situazioni di costrizione alcune realtà che insistono a Ravello»: De Luca annuncia la rivoluzione Fondazione [VIDEO]

«A Ravello erano conosciuti dei piccoli feudi personali privi di qualunque motivazione democratica e professionale, che non si possono trascinare nei secoli dei secoli. Cioè nessuno può immaginare che Ravello sia il proprio feudo, il cortile di casa propria». A dichiaralo il governatore della Campania...

Politica

Ravello ricomincia col Wagner “commissariato”

di Umberto Belpedio Tra poche ore si alza il sipario su uno dei palcoscenici che il mondo ci invidia, quello di villa Rufolo a Ravello, a strapiombo sul mare, per la 67esima edizione del Festival musicale. Una delle più antiche rassegne che quest'anno si apre con un programma articolato in cinque sezioni...

Politica

Governatore De Luca stasera a Ravello: a Villa Rufolo per la prima del Festival 2019

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca terrà a battesimo la 67esima edizione del Festival di Ravello. La presenza del governatore è attesa per il concerto inaugurale di stasera. Dalle 20 De Luca assisterà, dalla tribuna del Belvedere di Villa Rufolo, con il commissario straordinario della...