Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Pietro Eymard sac.

Date rapide

Oggi: 26 febbraio

Ieri: 25 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Bove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaVi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina Amalfi Hotel Marmorata e Ristorante Antica Cartiera a Ravello sul mare della Costiera Amalfitana

Tu sei qui: AttualitàCome tutelare il patrimonio in caso di separazione o divorzio

Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacyDuomo Caffè in Piazza a RavelloMaurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di Bufala

Attualità

La fine di un Amore, Separazioni, Divorzio

Come tutelare il patrimonio in caso di separazione o divorzio

La fine di un rapporto è un momento traumatico che può mettere in seria difficoltà le vostre finanze

Inserito da (Admin), domenica 13 agosto 2023 16:47:32

La separazione e il divorzio non rappresentano semplicemente un trauma sul piano personale, ma portano con sé anche delle conseguenze sugli aspetti patrimoniali della vita dei coniugi. In presenza di figli, ovviamente l'interesse primario deve essere rivolto a loro, gestendo il patrimonio in maniera tale da adempiere ai propri doveri e mantenere la prole fino al raggiungimento dell'indipendenza economica. Ecco perché al momento del divorzio sorge spontanea la domanda: come proteggere il patrimonio, soprattutto in caso di separazione non consensuale? In questo articolo si cerca di rispondere a questa domanda, attraverso la presentazione delle diverse casistiche in relazione al tipo di regime patrimoniale scelto dalla coppia al momento del matrimonio.

Divorzio e comunione dei beni

Il regime di comunione dei beni può essere scelto dai coniugi quando si celebra il matrimonio o in un momento successivo. Da questo momento in poi, i beni di marito e moglie entrano a far parte di un unico patrimonio comune a entrambi, anche quando l'incremento di ricchezza avviene per l'effetto dell'attività di ognuno dei due. Rientrano nella comunione dei beni:

  • gli acquisti effettuati durante il matrimonio, fatta eccezione per i beni personali;
  • i frutti dei beni propri di ciascun coniuge;
  • le aziende costituite dopo il matrimonio e gestite dai due coniugi;
  • i proventi (non consumati allo scioglimento della comunione) dell'attività separata di ciascuno dei coniugi.

Non rientrano nel patrimonio, invece:

  • i beni personali esistenti prima del matrimonio o quelli ricevuti dopo il matrimonio per donazione o successione;
  • i beni ottenuti come risarcimento danni o di pensione di invalidità;
  • i beni acquistati con la vendita dei beni personali.

Con il divorzio, decade il regime della comunione e dunque i beni si dividono in parti uguali fra i coniugi, inclusi i debiti. I beni indivisibili si vendono e il ricavato va diviso equamente.

Divorzio e separazione dei beni

Se la coppia aderisce al regime di separazione dei beni, le controversie che possono sorgere a livello patrimoniale in sede di separazione e divorzio si riducono notevolmente. Ciascuno dei due coniugi, infatti, resta titolare dei propri beni, dal momento che il patrimonio risulta già diviso. Ne consegue che il regime di separazione dei beni è senz'altro la miglior forma di protezione del patrimonio in caso di rottura del legame matrimoniale.

Come proteggere il patrimonio durante il divorzio

A prescindere dal regime patrimoniale scelto, i coniugi possono tutelare il patrimonio durante la separazione o il divorzio attraverso il trasferimento dei beni immobili o altri diritti reali ai figli, in quanto eredi legittimi. Tale richiesta di trasferimento deve essere trascritta nel verbale dell'udienza di separazione o divorzio e se il trasferimento prevede strumenti finanziari deve essere ratificato da un notaio. Di solito, in sede di una consulenza per il divorzio con un avvocato, si cerca di individuare soluzioni pacifiche per non creare squilibri economici notevoli fra i coniugi e al tempo stesso tutelare i beni guardando all'interesse primario dei figli.

La donazione

Se l'oggetto del trasferimento è un'impresa, si può ricorrere alla donazione, in modo tale che il genitore possa trasferire la proprietà dell'azienda al figlio; ma al momento della successione, il valore dell'azienda dovrà essere aggiunto agli altri beni inseriti nell'asse ereditario, in modo da ricostruire l'intero ammontare della successione nel rispetto dei diritti degli altri eredi legittimi.

Il patto di famiglia

Un'alternativa è il patto di famiglia, un contratto che deve essere sottoscritto da tutti i familiari eredi con il quale il genitore sceglie di anticipare la propria successione trasferendo l'azienda ai figli. In questo modo, l'azienda esce dall'asse ereditario e gli altri familiari non potranno più rivendicare diritti sulla stessa.

Il trust

Il trust è un altro istituto giuridico che permette di tutelare il patrimonio durante il divorzio. Con il trust i beni di proprietà dei due coniugi o di uno solo di essi vengono trasferiti a un altro soggetto per conseguire uno scopo specifico, ad esempio possono essere utilizzati a vantaggio dei figli. Nel trust possono confluire beni di ogni tipo ed è una soluzione che aiuta a evitare situazioni in cui, successivamente al divorzio, uno dei coniugi disponga dei beni familiari sottraendoli ai figli.

Mutuo e casa familiare

In caso di divorzio, chi continua a pagare le rate del mutuo? Innanzitutto, occorre specificare per la banca non è rilevante chi continua ad abitare nella casa, ma soltanto chi ha stipulato il contratto: è questo il soggetto obbligato nei confronti della banca. Se il mutuo è intestato solo a uno dei due coniugi, questo dovrà continuare a versarne le rate, mentre se il mutuo è cointestato, il pagamento graverà su entrambi. Le condizioni contrattuali restano le stesse, tuttavia il giudice ha la possibilità di intervenire per la tutela dei figli, decidendo per la surroga del mutuo (trasferimento ad altro istituto di credito), il trasferimento del mutuo o l'accollo dello stesso a uno solo dei due coniugi.

L'assegno divorzile e le concrete capacità patrimoniali del soggetto obbligato

La questione dell'assegno divorzile è molto ampia ed entrano in gioco una grande quantità di fattori. Per quanto riguarda la tutela del patrimonio, però, è bene specificare che in sede di quantificazione dell'assegno divorzile viene valutata la capacità patrimoniale complessiva dell'obbligato, al di là del solo profilo reddituale. Ciò significa che, per accertare che non vi sia uno squilibrio significativo delle condizioni economiche delle parti, i giudici tengono conto di ogni forma di ricchezza, anche ad esempio le partecipazioni societarie e i cespiti immobiliari. Per queste ragioni, per verificare la capacità economica del soggetto obbligato si prenderanno in considerazione:

  • i redditi legati all'attività lavorativa;
  • i redditi legati al trattamento pensionistico o assistenziale;
  • gli introiti relativi alla titolarità di beni patrimoniali e attività finanziarie.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Ravello Notizie!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Image by ❄️♡💛♡❄️ Julita ❄️♡💛♡❄️ from Pixabay<br />&copy; ❄️♡💛♡❄️ Julita ❄️♡💛♡❄️ Image by ❄️♡💛♡❄️ Julita ❄️♡💛♡❄️ from Pixabay © ❄️♡💛♡❄️ Julita ❄️♡💛♡❄️

rank: 10903106

Attualità

Ravello, regolamentazione del transito dei carrellini: botta e risposta tra operatori del Sistema Wedding e Sindaco

Lo scorso 8 gennaio, diverse figure professionali legate all'organizzazione di eventi e matrimoni a Ravello espressero la necessità di un incontro urgente con il Sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, per discutere della recente regolamentazione sul traffico dei carrellini elettrici nel centro storico....

Ravello, si valuta la possibilità di installare un impianto semaforico fisso prima del bivio

Il Comune di Ravello ha preso la decisione di installare un impianto semaforicofisso tra il km30 + 910 e il km 31 + 400 della S.S. 163 Amalfitana. L'installazione avverrà vicino alla spiaggia di Castiglione e poco oltre il bivio per Ravello-Scala, in direzione Salerno. Se ciò accadesse, l'impianto semaforico...

Masso a Civita, istituito senso unico alternato sulla Castiglione-Ravello

Le frequenti (e a tratti intense) piogge di queste settimane hanno mostrato, anche stavolta, la fragilità idrogeologica della Costiera Amalfitana. Dopo il distacco del masso ad Amalfi, che tiene chiusa la Statale 163 "Amalfitana" da sabato, lungo la Strada Regionale 373, che collega Ravello a Castiglione,...

Consiglio di Stato e Fondazione Ravello «una sede permanente per confrontarsi sui diritti nella società fluida»

Hanno avuto inizio ieri, 27 ottobre, all'Auditorium Oscar Niemeyer i lavori del Primo Convegno della Giustizia Amministrativa organizzato dal Consiglio di Stato, in collaborazione con la Fondazione Ravello. A dare il via alla due giorni di dibattiti e confronti che si concluderà stasera, i saluti istituzionali...

Torna il "Ravello Lab": tre giorni dedicati allo studio e all’utilizzo della parola come strumento di cultura

Le parole della cultura, da Ravello Lab una proposta di approfondimento, ascolto e conoscenza che mette la parola e le relazioni al centro della sua missione. Partire dalle parole per declinare cultura e sapere, individuare nuovi spunti e visioni, favorire lo scambio di relazioni per seguire con attenzione...

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.