Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 giorni fa S. Teodora

Date rapide

Oggi: 28 marzo

Ieri: 27 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera AmalfitanaRavello Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Ravello Notizie

Tu sei qui: Notizie e LifestyleRavello, Nicola Palumbo non ce l'ha fatta. Imprenditore edile vittima di incidente su cantiere

Notizie e Lifestyle

La tragedia sul lavoro

Ravello, Nicola Palumbo non ce l'ha fatta. Imprenditore edile vittima di incidente su cantiere

E' spirato in volo: troppo gravi le profonde lesioni al cranio e le emorragie cerebrali provocati dal distacco improvviso del pesante montacarichi

Scritto da (Redazione), mercoledì 24 aprile 2019 14:48:14

Ultimo aggiornamento venerdì 26 aprile 2019 13:35:32

Non ce l'ha fatta Nicola Palumbo, il 54enne imprenditore edile di Ravello questa mattina vittima di un gravissimo incidente sul cantiere di San Cosma presso il quale era impegnato con la sua ditta.

Una vera e propria tragedia si è consumata quest'oggi a Ravello.

A nulla sono valsi i soccorsi, seppur tempestivi da parte del 118 e dei medici di turno al Pronto Soccorso di Castiglione che dopo le prime disperate cure hanno disposto il trasferimento dell'imprenditore in eliambulanza all'ospedale "Ruggi d'Aragona" di Salerno.

Palumbo è spirato in volo. Troppo gravi le profonde lesioni al cranio e le emorragie cerebrali provocati dal distacco improvviso del pesante cassone montacarichi (nella foto a lato).

La notizia ha fatto improvvisamente il giro del paese seminando sconforto e amarezza. Nicola era conosciuto e stimato non soltanto per la sua dedizione al lavoro, la passione per le moto e la devozione verso i Santi. Col fratello Giorgio conduceva con professionalità la ditta di famiglia ereditata dal padre, la Antonio Palumbo e figli, tra le prime della Città della Musica. Un ravellese autentico, poco più di un mese fa si era prodigato per lo spegnimento di un incendio propagatosi di notte ne boschi della Rondinaia.

Lascia tre figlie e la compagna.

Sul luogo dell'incidente si sono portati i Carabinieri della Stazione di Ravello, coordinati dal comandate Procolo Chiocca, per i rilievi del caso utili a stabilire la dinamica dell'incidente.

I Militari, ascoltati gli operai presenti sul cantiere al momento della tragedia, stanno accertando, con personale specializzato dell'Asl, il rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro. Il cantiere è stato sottoposto a sequestro (nella foto).

La salma si trova all'obitorio dell'Ospedale "Ruggi d'Aragona di Salerno" a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Il magistrato di turno sta per acquisire tutta la documentazione prodotta dalla Stazione Carabinieri di Ravello. Non è da escludere la disposizione di un esame esterno della salma o finanche dell'autopsia.

Gli interrogatori sono proseguiti dal pomeriggio fino alle 22 e 30 nella Caserma dei Carabinieri di Via Costantino Rogadeo. Oltre agli operai sono state ascoltate persone informate dei fatti, nonchè i titolari della struttura per la quale la ditta Antonio Palumbo e Figli lavorava.

Non vi sono indagati.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Ravello Notizie!

Galleria Fotografica

rank:

Notizie e Lifestyle

Notizie e Lifestyle

Salerno, sindaco Napoli scrive al prefetto Russo: "Chiedo l'aiuto dell'esercito"

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha inviato una lettera al Prefetto di Salerno S.E. Francesco Russo con la richiesta dell'ausilio dell'esercito in strada. "Sono a richiedere, ai sensi anche della recente Ordinanza del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, l'ausilio dell'Esercito...

Notizie e Lifestyle

Rischio Cov-19: a Ravello uffici comunali ricevono solo su appuntamento

Al fine di tutelare la salute di tutti e contrastare la diffusione del Coronavirus, il Comune di Ravello ha assunto misure prudenziali disponendo l'inibizione dell'accesso di utenti e cittadini ai pubblici uffici. Da mercoledì 11 marzo e fino a nuova disposizione, l'accesso agli uffici comunali sarà...

Notizie e Lifestyle

Chiuso precauzionalmente il pronto soccorso del Costa d'Amalfi in attesa delle analisi per un sospetto caso di Coronavirus

Un sospetto caso di coronavirus sta tenendo con il fiato sospeso tutta la Costiera Amalfitana. Un uomo di Scala, nel tardo pomeriggio di oggi, ha accusato alcuni sintomi influenzali e si è fatto accompagnare al pronto soccorso di Castiglione. Come prevede l'attuale protocollo di sicurezza, i sanitari...

Notizie e Lifestyle

Ravello sulle orme di Padre Bonaventura Mansi: visita alla città di Assisi

Ravello recupera una pagina della sua gloriosa storia, attraverso un viaggio ad Assisi, terra nella quale ha svolto una parte del suo ministero il Ravellese Padre Bonaventura Mansi O.F.M.C. Il Comune di Ravello, in collaborazione con il Convento di San Francesco e le Parrocchie di Santa Maria del Lacco...