Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 18 ore fa S. Paolino vescovo

Date rapide

Oggi: 22 giugno

Ieri: 21 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Notizie - Il portale on line di Ravello e della Costiera AmalfitanaRavello Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Ravello e della Costiera Amalfitana

Bove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaBuona Pasqua dalla Pasticceria Pansa di Amalfi. Da oggi è possibile prenotare i vostri dolci di Pasqua direttamente on lineSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera AmalfitanaSal De Riso Shop il nuovo portale con tutta la dolcezza del Maestro Pasticciere più amato d'Italia a portata di clickHotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamento

Ravello Notizie

Bove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaBuona Pasqua dalla Pasticceria Pansa di Amalfi. Da oggi è possibile prenotare i vostri dolci di Pasqua direttamente on lineSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera AmalfitanaSal De Riso Shop il nuovo portale con tutta la dolcezza del Maestro Pasticciere più amato d'Italia a portata di clickHotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamento

Tu sei qui: Territorio e AmbienteCome smaltire aghi e siringhe utilizzate? Guida breve allo smaltimento a norma di legge

Territorio e Ambiente

Come smaltire aghi e siringhe utilizzate? Guida breve allo smaltimento a norma di legge

Scritto da (Admin), giovedì 10 giugno 2021 12:42:54

Ultimo aggiornamento giovedì 10 giugno 2021 12:46:34

Strumenti medici di utilizzo comune, ma anche oggetti potenzialmente molto pericolosi una volta utilizzati, per l'uomo, perché potenzialmente infetti, e per l'ambiente, perché scarsamente biodegradabili: siringhe e aghi rappresentano rifiuti speciali ad alto rischio, da smaltire con cura e attenzione.

In questa breve guida, scopri come provvedere ad un corretto smaltimento di siringhe, aghi e altri taglienti, in ambito clinico e domestico.

Come vengono smaltiti aghi e siringhe in ambito ospedaliero

A regolare lo smaltimento dei rifiuti taglienti e potenzialmente infetti, come aghi e siringhe, nell'ambito di ospedali, cliniche, studi medici e dentistici sono rigidi protocolli che tutti gli operatori sono tenuti a rispettare con rigore.

Le siringhe usate rappresentano una notevole fonte di rischio per gli operatori sanitari, e non solo, perché veicolo perfetto per il trasferimento di batteri, virus e altri patogeni da individuo ad un altro. Ne consegue che, al termine dell'utilizzo, ago e siringa monouso vanno immediatamente smaltiti in modo sicuro, evitando qualunque ulteriore maneggiamento.

La tipologia di contenitore per rifiuti taglienti più diffusamente impiegata in ambito medico consta di un unico pezzo; l'involucro, realizzato in materiali plastici altamente resistenti, che non temono né gli urti meccanici né l'azione delle sostanze corrosive, in genere presente un'apertura nella parte superiore dotata di apposite tacche, utili per separare l'ago dal corpo della siringa con semplicità, evitando così qualunque rischio di venire a contatto con l'estremità acuminata dell'oggetto.

Solidi e compatti, i contenitori per siringhe e aghi usati sono poi dotati di speciali sistemi di chiusura ermetica: una volta raggiunto il livello di riempimento massimo (segnalato da un'apposita tacca), l'operatore procede sigillando l'involucro; il contenitore, che a questo punto garantisce un perfetto isolamento dei materiali contenuti al suo interno, può dunque essere avviato alle fasi di trasporto presso i centri deputati allo smaltimento dei rifiuti sanitari pericolosi (che in genere avviene mediante incenerimento).

Come ulteriore requisito, i contenitori per aghi e taglienti sono di norma contraddistinti da colorazioni molto accese ed evidenti e da avvertenze stampate direttamente sulla superficie esterna, così da segnalare sempre in modo chiaro la presenza dell'oggetto e il suo contenuto.

La corretta procedura per lo smaltimento di siringhe e aghi usati in casa

Saper come smaltire le siringhe monouso impiegate tra le mura domestiche (sia saltuariamente che con costanza, nel caso di persone affette da patologie croniche che richiedono frequenti inoculazioni di medicinali) è di fondamentale importanza, tanto nell'ottica di garantire la propria incolumità, quanto di assicurare quella degli operatori ecologici.

La prima cosa da sapere è che, naturalmente, le siringhe monouso non vanno mai riutilizzate, ma devono obbligatoriamente essere smaltite al termine del primo utilizzo. Inoltre, in nessun caso siringhe e aghi possono essere avviate al riciclo, ma vanno sempre trattati come rifiuti indifferenziati.

Una volta completato l'uso della siringa, ricorda di non rimuovere l'ago, ma di coprirlo nuovamente con l'apposito cappuccio in plastica rimosso prima dell'uso. A questo punto, quindi, getta la siringa nel contenitore dei rifiuti indifferenziati, insieme ad eventuali batuffoli di cotone utilizzati per la disinfezione della pelle (l'involucro in plastica della siringa, invece, può essere smaltito a parte con gli altri rifiuti in materiale plastico).

Il semplice accorgimento di coprire l'ago della siringa usato con l'apposito cappuccio di sicurezza minimizza il pericolo che gli operatori ecologici, o altri individui, possano venire a contatto o essere feriti dall'estremità acuminata dell'oggetto.

Come già accennato, gli oggetti che presentano rischio biologico (in quanto potenzialmente infetti) non possono in nessun caso essere avviati al riciclo, dunque ricorda sempre di non gettare le siringhe usate insieme agli altri rifiuti in plastica.

Come ulteriore raccomandazione, ricorda che i contenitori per la raccolta dei farmaci scaduti in genere presenti presso farmacie e studi medici non vanno in nessun caso impiegati per gettare altre tipologie di rifiuti.

Se segui terapie particolari che implicano il consumo di un grandi quantità di aghi e siringhe (un esempio classico riguarda il trattamento delle forme più grave di diabete oppure alcune terapie ormonali) puoi provvedere all'acquisto di contenitori per la raccolta di taglienti simili a quelli descritti per l'ambito medico. In questo caso, una volta raggiunto il limite di riempimento del contenitore, dovrai provvedere al suo smaltimento consegnandolo presso un centro di raccolta del tuo comune attrezzato per il trattamento dei rifiuti sanitari pericolosi.

Per la città Metropolitana di Roma, ad esempio, puoi consultare questa pagina con uno specchietto che illustra i materiali accettati presso i centri di raccolta dei diversi municipi della Capitale.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Ravello Notizie!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Territorio e Ambiente

Territorio e Ambiente

Ravello celebra il centenario della scomparsa del tenore Enrico Caruso

Sono state presentate stamane nella sala "De Sanctis" di Palazzo Santa Lucia a Napoli, alla presenza del Presidente Vincenzo De Luca, le iniziative organizzate dalla Regione Campania per celebrare il centenario della scomparsa di Enrico Caruso. La rassegna dedicata al tenore, che nacque nel 1873 e morì...

Territorio e Ambiente

A Ravello un’indagine esplorativa per l’avvio dei centri estivi per luglio e agosto

Il Comune di Ravello, anche quest'anno, intende favorire lo svago e la socializzazione dei bambini e aiutare concretamente i genitori che hanno ripreso le attività lavorative dopo l'emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Per questo, ha pubblicato una manifestazione di interesse, per capire quanti saranno...

Territorio e Ambiente

Studenti "Bocconi" in visita a Villa Rufolo per un master. Fondazione Ravello sigla accordo con Conservatorio “San Pietro a Majella”

La Fondazione Ravello ha ospitato, ieri mattina, una trentina di studenti del Master in Arts Management and Administration di SDA Bocconi School of Management. L'Università milanese, dopo un anno di lezioni on line, ha voluto concludere l'anno accademico del master con un Viaggio in Italia, alla scoperta...

Territorio e Ambiente

Ravello: monastero Santa Chiara verso la chiusura, Nicola Amato scrive a Papa Francesco

Il 15 aprile scorso, presso il Monastero di Santa Chiara di Ravello, i rappresentanti del Comitato cittadino del "no" alla soppressione sono stati ricevuti per un incontro con la Federazione nazionale delle Clarisse. A darne notizia è "Il Vescovado", che segue attentamente la vicenda dagli inizi. Suor...

Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana